Pagine

05 dicembre, 2011

Caserecce con crema di fave secche e cipolla


Di solito quando si parla di fave, si pensa sempre a quelle fresche di stagione in primavera. 
Sono buonissime appena sgranate, ottime da gustare col pecorino, un vero must qui Lazio se si organizza una gita fuoriporta o un pranzo all'aperto!
Ma da me in Puglia quando si parla di fave...s'intende senza ombra di dubbio quelle secche! Fave e cicoria sono un'istituzione, uno dei piatti regionali per eccellenza. Mia madre potrà confermare che da piccola facevo un sacco di storie a pranzo, ma davanti alle fave capitolavo sempre, sfoderavo un sorriso compiaciuto e ripulivo il piatto!
Oggi però voglio postare una ricetta meno famosa delle fave con la cicoria, ma che senza ombra di dubbio è uno dei miei primi piatti preferiti: Pasta con la crema di fave secche!
E' semplicissima e gustosa e si abbina a tanti formati di pasta, non necessariamente le caserecce che ho utilizzato in questo caso.
Ingredienti
250 gr. di fave secche
1 patata media
1 misurino d'olio (1 dl.) + 1 cucchiaio
sale q.b.
1/2 cipolla rossa di Tropea
Peperoncino fresco

Preparazione
La sera prima mettere le fave in un tegame e copritele con due dita d'acqua.
Il giorno successivo sciacquatele e ricopritele nuovamente con acqua pulita, aggiungete la patata pelata e tagliata a tocchetti, poi mettetete tutto sul fuoco e fate cuocere sino a che fave e patate saranno cottissime e si potranno frantumare col cucchiaio di legno.
Regolate di sale e passate tutto al passaverdura per ottenere una purea, aggiungete un cucchiaio d'olio e tenetela da parte.

Intanto portate a bollore l'acqua per la pasta. Nel frattempo tagliate la cipolla a rondelle e preparate un pentolino con l'olio.
Appena avrete messo a lessare la pasta, scaldate l'olio a fiamma bassa e mettete a rosolare la cipolla (l'olio deve essere abbastanza bollente, ma non fumante!)
Scolate la pasta e mescolatela in una pastiera assieme alla purea di fave calda, poi togliete dal fuoco il pentolino d'olio con la cipolla rosolata e versatelo ancora bollente sulla pasta (tenete da parte due rondelle di cipolla per la guarnizione)!
Se avete calcolato bene i tempi e cotto l'olio alla temperatura giusta, sentirete uno sfrigolio inconfondibile, un "frrrrrr "che assicura la perfetta riuscita della ricetta!
Decorate il piatto con le rondelle di cipolla fritta e se vi piace, aggiundete del peperoncino fresco prima di servire in tavola.

Potete preparare la crema di fave anche il giorno prima, si conserva bene anche due o tre giorni in frigo.


10 commenti:

  1. Dopo l'ottima presentazione che hai riservato a questa pasta, dal gusto pieno e stuzzicante, non mi resta che provarla! ;-)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Un piatto della tradidizione ma ricchissimo di gusto e sapore..ottimo abbinamento con le casarecce!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  3. wow...che delizia... che prelibatezza!!!

    RispondiElimina
  4. ciao, grazie del commento al mio post sui lievitati con la panna acida. Si mantengono benissimo sino al giorno dopo (sono spariti quasi tutti prima...) ripassandoli in forno poi sono ancora meglio! altrimenti puoi cuocerli e congelarli! ciao, ti abbraccio!

    RispondiElimina
  5. donna, la tradizione ti contraddistingue, un piatto povero ma bello sostanzioso!!
    ps. io e te, che ormai comunichiamo solo via blog, dobbiamo parlare di affari!! ;))
    sentiamoci magari, anche via tradizionale
    smakkete
    Valeria

    RispondiElimina
  6. Veramente interessante, io non le ho mai usate le fave secche, la crema deve essere buonissima e questa pasta troppo invitante!

    RispondiElimina
  7. speciale questa pasta, adoro le fave secche e il tuo suggerimento è geniale!

    RispondiElimina
  8. Ciaoooo....piacere di conoscerti...il tuo blog è strepitoso e le tue ricette gustosissime..
    Non ci crederai, ma sai che ieri sera su LA7 ho visto il programma di Benedetta Parodi speciale Puglia e ha preparato la pasta con la crema di fave :) e oggi l'ho trovata sul tuo blog :) Io l'adorooooo :) La cipollina di Tropea è approvata (da me Calabrese ihihihhi), piatto bellisimo complimenti... :) :)

    RispondiElimina
  9. @Assunta: provala, non te ne pentirai!
    @Imma: grazie mille cara!
    @Raffy: ottimo per avvantaggiarsi un po' di lavoro per una festa.
    @Vale:sentiamociiiii
    @Margot: sono una delizia provale
    @sulemaniche:grazie mille
    @Gegè:benvenuto! Davvero, proverò a cercare la puntata online, voglio proprio vedere se l'ha preparata come si deve :)

    RispondiElimina